05 mag 2014

05 Maggio 2014-> Ei Fu

Ora- quante poesie avete imparato voi durante gli anni di scuola?
Io tante.
In italiano e in inglese.
Ma una su tutte e' rimasta e ogni 5 maggio ci ripenso- quanto sono autistica.
"Ei fu, si come immobile, dato il mortal sospiro etc etc etc."
E poi la bellissima conclusione- "ai posteri l'ardua sentenza".
Fantastico Manzoni- che anzi che prendere una posizione netta e precisa, lascia il compito ai posteri.
Italiano al 100%, nevvero?

5 Maggio.
Tanti tanterrimi anni fa partivo per la gita di terza media.
Tanti tanterrimi anni fa pativo per le mie prime pene d'amore.
Tanti tanterrimi anni fa iniziavo a capire che gli uomini sono degli stronzi e noi donne delle rompicoglioni di prima categoria.

5 Maggio.
E' lunedi, fa freddo anche se c'e il sole, mi sono svegliata alle 5.30 e sono in giro per linee produttive con scarpe di sicurezza e lucchetti attaccati ai miei jeans, che sembra quasi il 2009 all over again.
Ho passato un weekend lungo tra migliori amiche e passeggiate e cibo.
Ho raggiunto la consapevolezza di essere grassa fino all'inverosimile, ma il pensiero della dieta lo accolgo e lo rigetto al tempo stesso.
Ho pensato molto e parlato tanto, giustificando le mie ultime decisioni, fantasticando molterrimo- anche troppo forse, come mi dicono loro.
Ho riletto in compagnia roba dell 2002, quando ancora ti mandavano le mail i boys e ti dicevano "voglio vederti bellissima". E io scema come solo una donna puo' esserlo, che ancora sghignazzo di piacere a leggere che mi voleva vedere bellissima.

Mi sono resa conto che in un battito di ciglia ho affrontato i dodici anni piu' intensi ever.
Che se anche nei prossimi 12 magari mi sposo e ho figli, la mia evoluzione interiore non potra' mai equivalere a quella del 2002-2014.
Poi magari tra 12 anni vi scrivo che in realta' non ho mai smesso di evolvermi e saro' cambiata nel frattempio altre 150 volte.
Che poi si cambia ma in realta' si e' sempre uguali, stessi drammi, stesse preoccupazioni, stessi tarli di insicurezza.
Quasi ti viene da chiederti a cosa sono serviti i fiumi di lacrime, e le lotte quotidiane, e le soddifazioni ottenute, e i rotolamenti sul pavimento- per poi nel 2014 essere cosi spaventosamente simile a quella che scriveva bella precisa coni puntini tondi sulle i nel 2002.

Me lo chiedo ma in realta' lo so- ho dei punteruoli dentro che mi sorreggono e che ho piantato ben bene con consapevolezza. Punteruoli che 12 anni fa non esistevano, che ero una massa cosi informe che avrei potuto diventare tutto e il contrario di tutto.
Purtroppo o per fortuna un po' di opzioni sono state scartate, e sebbene ancora oggi possa diventare molte cose, non posso piu' diventare quel tutto come 12 anni fa.

Cosi' e' crescere, my friends.
A volte mi ci incazzo pesantemente, ma mi sa che non posso farci niente.

Avanti tutta maggio 2014.
Di solito a me a maggio, statiscamente provato, ne succedono di tutte.
Vuoi mica essere un maggio ordinario e piatto, nevvero?

La bruttezza.

4 commenti:

  1. Risposte
    1. A metterti in sicurezza- se operi sulla linea, va staccata l'elettricita' e anche l'aria penumatica che potrebbe mettere in movimento le parti e creare incidenti. quando si staccano gli interuttori, si fermano con i lucchetti cosi nessuno altro per sbaglio puo azionarli mentre tu stai lavorando.

      Elimina
  2. Quel che importa è non avere rimpianti o rimorsi a bloccarci la strada del futuro ;)

    RispondiElimina