15 ott 2013

Giornoo 178 ->182- Io non sono qui

Sono in ufficio con una botta di sonno che levati.
Il volo che mi riporta in Germania e che mi costringe a due ore di traversata da mezzanotte alle due, io lo odio con tutta me stessa.
Probabilmente pero' lo odierei anche se avesse un orario normale e non mi costringesse a cantare per tenermi sveglia tornando a casa.
Ieri sera poi, veniva giu il mondo.

Sono in ufficio e ho davanti una confezione di ritter sport che mi ha lasciato N.
N. che non vedo da un mese, e che quando io sono qui lei e' la' e quando lei e' qui io sono la'.
Ma e' talmente tenera che ha anticipato il mio umore nero e mi ha detto di mangiarci su la cioccolata.

Sono in ufficio e sono vestita da biker.
Ho i leggins neri, elemento di grande novita' e molto tardivo nel mio guardaroba, e dei bikers con le borchie che solo perche c'era la mia sorella ad insistere sono diventati miei.
Pero' sono un buon modo per tirare fuori un po'di aggressivita'.

Che mi serve, per prendere a morsi questo tempo (anche meteorologico), questa attesa, questo spazio, questi sogni.
Per riappropriarmi di uno sprint giusto, che non mi riporti a languire su quel divano e a piangere lacrime per la mia gabbia dorata.

Dubbi non ho, diceva Pino.
Dubbi non ho, dico io.
Strano ma vero, aggiungo.

E io oggi mica sono qui.
Cioe' si, ci sono, sono col culo su questa sedia e ho davanti il mio separe' da scrivania con bloomingdales che mi ricorda new york, i miei numerini, i miei certificati, il mio disegno della migrazione.
Ma con il cuore e con la testa sono a 1000 km.
Anzi, sono un po' piu' giu'.



Io sono qui. Ho un cocktail in mano e aspetto la luna e le stelle per una bella passeggiata sulla spiaggia...

3 commenti:

  1. Mi piaci a mille, come mi piace la citazione di Pino, che per me rimane sempre uno dei migliori!

    RispondiElimina
  2. Eh...la testa e a volte con lei anche il cuore viaggiano sempre più veloce delle gambe ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina