04 set 2013

Giorno 140&141&142- scheletri negli armadi

Voi, blog-readers che passate di qui, avete degli scheletri negli armadi?
Intendo quelle cose che avete fatto e di cui vi sentite in colpa.
Le rigettate nel buio della memoria perche' quando vengono a galla un po' ve ne vergognate sempre.

Io un paio di scheletri nell'armadio li ho.
La mia coscienza ne e' consapevole e, secondo come, me lo fa gentilmente notare.

Non mi sono sempre comportata bene. Non sono sempre stata onesta.
Mossa dalla paura di fare male o dalla paura di scoprirmi una "cattiva" persona, non ho agito sempre bene.

Poche volte, eh. Ma ancora evidentemente mi pesano, se ci penso ancora.Se ancora mi vengono in sogno.

Una su tutte la mia relazione con G.
Tempi dell'universita', io in cerca di un amore, lui li pronto e disponibile.
Bravo, rispettoso, spiritoso, toscano al punto giusto, intelligente.
In cerca di se stesso allora, molto piu di quanto non lo fossi io (o pensavo di esserlo).
Due anni e mezzo di storia, che a riguardarla e' stata una stupenda amicizia a cui mancava qualcosina per essere chiamata amore.
Stavamo benissimo insieme. Si litigava come dei matti, si urlava da perdere la voce, ma ci si capiva come pochi. Mi capiva come pochi, pochissimi. Ridevamo anche molto, accomunati da piccole cose stupide che poi non ho mai condiviso con nessun altro.
Ma mancava qualcosa.
E io ero troppo piccola per accontentarmi. A 22 anni pensi di poter disfarti delle cose facilmente. O almeno io la pensavo cosi.
Tornata da un viaggio negli states, forte di una cotta travolgente per un altro, lo lasciai.
Lo lasciai male. Dando poche spiegazioni. Rifiutandomi di affrontare la cosa. Insultandolo. Probabilmente distruggendolo. Pur di chiudere, pur di non vedere quanto stessi provocando dolore.
E chiusi una porta anche a quella famiglia, certo piena di difetti (ma anche la mia allora coltivava difetti, anche se ancora non lo sapevo), ma una famiglia fantastica, che mi aveva accolto come una figlia.

Beh. Sono passati 7 anni.
Ogni tanto ci si e' sentiti. Io ho sempre provato a recuperare un minimo di rapporto,  conscia di quanto lui fosse un'ottima persona. Lui, probabilmente ferito per sempre, mi ha sempre trattata con sufficienza- e probabilmente con tanta ragione.
Ora ha una fede al dito. E' felice (spero).
Ha una nipote stupenda. Suo padre, che adoravo, fa il nonno.
E quando ci penso mi si attorciglia lo stomaco.
Lo scheletro mi bussa sulla spalla e mi fa sentire in colpa.

Oggi e' il suo compleanno. E per la prima volta in 10 anni non scrivero nemmeno gli auguri, che e' meglio eclissarsi.
Ma stanotte l'ho sognato. con suo fratello. con suo padre.

Magari un giorno mi perdonero'.
Per ora evidentemetne ancora no.



Categories: ,

6 commenti:

  1. Tutti abbiamo scheletri nell'armadio, il problema è che li per li sono azioni che reputiamo giuste per il momento che stiamo vivendo e spesso diventano scheletri col senno di poi. Ad alcuni penso con rammarico, rendendomi conto si quanto sia stata stronza con chi davvero non lo meritava (vale la stessa storia dell'ex, paro paro, trattato male e no, non lo meritava affatto, e si, ora mi rendo conto quale persona eccezionale fosse ed è, con tutti i se e tutti i ma), ad altri evito di pensare, altri ancora li giustifico con un "era un periodo demmerda".
    C'est la vie ma cheriè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. periodo demorda entrata in classifica come giustificazione numero uno- me la firmo da sola volentieri!
      grazie lulu bella!

      Elimina
  2. ci stava bene anche "someone like you" di Adele :-)

    Scheletri nell'armadio?

    ho un armadio a sei ante e mi sa che a breve dovrò comprarne uno aggiuntivo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se passi alla cabina armadio almeno fa più chic!

      Elimina
  3. Si', ho almeno due scheletri nell'armadio. Con uno non e' proprio il caso di recuperare, con il secondo potrei, volendo, ma non voglio dare spiegazioni che sarebbero piu' che imbarazzanti. E sono trascorsi 8 anni.
    E in entrambi i casi dico "era un periodo demorda" :-P

    RispondiElimina