27 mag 2013

Giorno 42&43- sonnolenza da primavera che non c'è

Sono due giorni che mi ci vorrebbero gli stecchini per tenermi su gli occhi.
Primavera, dicono.
Ma i 10 gradi che mi danno il buongiorno ogni mattina disorientano il mio corpo e il mio spirito.
A parte questa letargia.
Quella sembra precisa come un'orologio svizzero.

Ieri è stata una domenica slow, con amici venuti per quello che nella mia testa doveva essere il mio housewarming party contraddistinto da una splendida giornata di sole, barbecue, coperte sul mio prato, lanterne accese al far del tramonto etc etc.
invece pioveva a dirotto, un freddo cane e alle 18 ci s'era già belli che stufati. Però il barbecue si è fatto lo stesso, ed è anche venuto bene.

Sono anche andata al cine a vedere Gatsby.
Mi è piaciuto.
Sarà che i film sui libri per me partono già svantaggiati, per cui non avevo delle aspettative incredibili.  Belle soprattutto le scene della festa, con una colonna sonora incredibile.
E poi secondo me sono riusciti a far venire fuori una Daisy ancora più odiosa che nel libro- quindi bravi.
Leonardo poi, è uno degli attori più bravi ever.

Niente di meglio che il cinema la domenica sera. Anche se in realtà a maggio dovrebbe essere sostituto da una cena al parco, o un gelato sul lungofiume.
Ma tant'è.

E mentre cincischio di questi weekend update, volutamente NON parlo del fatto che il mio cuore vuoto stia cercando brividi stupidi.
Anche se devo dire sono relaxed.

Cuore vuoto mio, sei peggio di uno di quelli che pratica sport estremi. Per un brivido, daresti ogni cosa.
Speriamo non la dignità.
Associazioni mentali tra sport estremi, surf e questa foto.

Categories: , ,

0 commenti:

Posta un commento