21 mag 2013

Giorno 34&35&36- giornate leggere e veloci

Il weekend lungo è passato in un lampo.
Tempo di posizionare la mia poltrona letto, coccolare i gatti a 6 mani, finire la copertina, andare a fare un paio di gite fuori porta, preparare il dolce di compleanno per mia mamma... E ecco che domani si torna a lavoro.

Famiglia che si ricostituisce tempo tre secondi in ogni luogo (e in ogni lago?)

Mi sento leggera (spiritualmente, perché la torta alla panna e fragole mi pesa sui fianchi come due maniglie di portone).
I giorni sono andati veloci.
Il mio esperimento, di cui poi parlerò, sta portando a nuovi incontri fugaci e virtuali che pero sono utili per fare esercizio di stile.

Riguardo le foto di questi ultimi giorni e non mi dispiaccio- miracolo!
Devo dimagrire, quello sempre, ma questi capelli lunghi, il rossetto rosso e niente altro, lo stile easy going- penso mi si addicano.
Sento di poter provocare e essere provocata, con maggiore consapevolezza.
Pero, come dicevo, serve esercizio- e vediamo se il mio esperimento aiuta.

Intreccio conversazioni multiple, dislocate nel tempo e nello spazio.
Mi scopro prontamente interessata a certi argomenti, così come annoiata da altri.
Temo e fuggo il rifiuto, ma chiedo e vado al nocciolo di alcune questioni perché mi ripeto che la tattica del silenzio non mi apparterrà mai- che se per sembrare una diversa da me, preferisco invece far scappare per caratteristiche che sono mie e non cambieranno.

Maggio, per ora, nella sua velocità stratosferica, ha portato alcune cadute di morale ma anche sfidine interessanti.
E sta sera vado a letto contenta.

Castello cittadina di B.

0 commenti:

Posta un commento