17 mag 2013

Giorno 33- madre e nonna in town

Giornata strana.
Uggiosa e grigia, ho lavorato da casa a quelle cose noiose che speri sempre si risolvano da sole e invece non accade mai.
E poi ho messo a posto casa, non nei dettagli perché sono stanca, ma nel 90% delle cose.
Madre e nonna stanno arrivando nella città di K.
Nonna per la prima volta ever.
E mi fa strano l'idea di condividere con lei questi miei spazi, che sono casa per me ormai da anni.
Poi sono un po' triste, perché sono sicura che lei penserà al nonno. Che è potuta venire solo perché lui non c'è piu. E sono sicura che gli manderà tutti i pensieri di questi giorni, perché purtroppo non sono potuti venire insieme a vedere dove vivo, è venuta solo lei per tutti e due. Ma nonno P. ci guarda e probabilmente adesso sta anche sorridendo un po' sdentato.

A volte sembra impossibile che non ci sia più.
Sono così abituata a non averlo nella quotidianità che do per scontato che sia là, a casa, come sempre.
Mentre domani sono 5 mesi.

Ho preparato dei biscotti alle mele.
Ormai è quasi tradizione. Li ho fatti per mia sorella a novembre, e di nuovo per mio babbo a marzo.
C'è un profumo in casa che è una bontà.

Sto chattando qua e la con la mia crush storica.
E boh- non so, sono poche righe, sono pochi messaggi, ma mi fanno venire lo sfrugolio al cuore.
Mi vengono in mente quegli occhi, quel tono di voce, quelle mani pulite e precise nel ristorante downtown new york.
Una parte di me dice "prendi un volo domani e vai da lui, vai a capire cosa è che sono 7 anni (proprio in questi giorni tra l'altro) che ti porti dietro ad ondate. Vai a capire se quella fantasia di Boston, caminetti, cappotti, neve e lui possa magari invece essere reale".
Ma poi so che sono troppo melodrammatica, che mi faccio i film e che esagero le cose.
Mi dico che se sono rose, fioriranno.
Anche se qui gli anni vanno...

Cookies per mamma e nonna
Categories: , ,

0 commenti:

Posta un commento