05 mag 2013

Giorno 21- ogni donna è paese

Il sole continua a splendere e a regalare ottimi pomeriggi caldi e profumati.
Potrei abituarmi alle mie colazioni in giardino, seguite da tutta una serie di mini appuntamenti che posso decisamente sbrigare mentre prendo un po' di sole.

Oggi sono venute a trovarmi un paio di ragazze del club del libro, per vedere il film basato su "Sostiene Pereira", che abbiamo letto per il mese di Aprile.
Ottimo film, stupendo Mastroianni.

Dopo aver concluso la visione, ci siamo date a chiacchiericcio e lì ho scoperto una grande e bella verità.

Ultimamente sono un po' lost in translation con tutta questa questione del tornare a mettermi là fuori, nel mondo del dating, nella giungla che peggiora sempre.
E pensavo, come sempre, di avere io uno specifico problema.

Non mi sento molto in grado di flirtare con frasi catchy, mi pare di trovare tutti io i casi umani (vedi notte delirante), mi sembra che io solo io incontri delle difficoltà oggettive in questo campo.
E siccome sono expat nella città di K, attribuivo un po' di responsabilità anche al mio essere italiana, che forse cozza con questa germanicità locale.

E invece.
Parla qui parla lì con le mie book-club-mates, che sono scozzesi e russe- e niente.
Tutto mondo è paese quando si trattano questi argomenti.
Ognuna aveva almeno due begli esempi freschi di casi umani che non rispondono a messaggi così di punto in bianco.
Ognuna si lamentava del fatto che non sanno bene come rigirarsi in questa giungla, e non hanno idea di come incontrare persone nuove e interessanti.
Ognuna metteva in tavola il proprio problema principale- che per me resta il decidere a catalogo e non col cuore (more to come on this).

Parla qui, parla li, mi sono accorta di quanto mi manchi una amica con cui uscire qui nella città di K. Che N io la adoro ma si è fidanzata e si sa, che la legge del fidanzamento dice che non sei più così sprint ad uscire e a supportare le tue amiche single.
J è anche fantastico, ma è un uomo, manca di quelle sottigliezze femminili.

Entusiaste di questa scoperta, ovvero che siamo tutte nella stessa barca, ci si è impegnate a darsi una mano ufficialmente.
E chissà se l'unione in questo caso fa la forza?
Però sono davvero contenta. Positiva, anzi, per essere corretta.

Source: movieposterdb.com

0 commenti:

Posta un commento