03 mag 2013

Giorno 19- i cuori vuoti sono pericolosi

Ho il cuore vuoto.
Conto i giorni da cui sono "crush- free" come fanno gli alcolisti anonimi.
Dico alle mie amiche che arrivata a 3 mesi, mi devono regalare un badge.

Ne sono contenta, ma so anche che gioco ad un gioco pericoloso.

Un cuore vuoto è leggero, ma si popola anche facilmente.
Di fantasmi di amori passati, di amori immaginati, di amori che potevano essere e non sono stati.

Lo affollano, tanto per dargli un po' di peso.
A tratti è una sborniata leggera che sale e prende la testa.

Basta inserire un po' di ragione e poi tutto svanisce.
Ma in quei cinque minuti ci vorrebbe qualcuno che mi impedisdi fare scemenze.
E non sempre c'è.

SMS che non dovevo mandare, "send" che non dovevo pigiare, mail che non dovevo comporre.
Il brivido di sapere di stare facendo una cosa sbagliata, ma intanto la butto la che vediamo che succede.
Mi autoproduco un po' di adrenalina.

Solo cher però quando le risposte non arrivano, o arrivano diverse da quelle che vorrei, il cuore da vuoto diventa pesante.
Si fa pieno di tutte le delusioni accumulate, del panico della spinster forever, dell'ansia da ricerca incontrollata.
Affonda un po' alla base dello stomaco.

Poi risale, certo. Ancora una volta vuoto e leggero.
Pronto per il prossimo pericolo.
Temerario, lui!


Banksy



0 commenti:

Posta un commento