28 apr 2013

Giorno 14- Domenica dolce far niente

Non c'è niente di meglio che svegliarsi la domenica senza l'allarme dell'iphone.
Rotolarsi da un fianco all'altro, con occhi semi aperti.
Decidere di tirarsi su, ma di godere ancora un po' del comfort e quindi mettersi a sfogliare roba sull'ipad.

Pigiamata, ricevere amici inaspettatamente e improvvisare un pranzo leggero ma buono con quelle tre cose in frigo.

Mettere insieme le finanze che piangono.
Ripetere che c'è da pulire, stirare, fare la valigia- ma tutto più tardi, c'è tempo.

Vagare un po' blog per blog, chiedendosi cosa fare per avere un po' di follower.
Che il calore virtuale a volte può fare davvero tanto bene.
Investire un po' di tempo nel sistemare grafica e link.

Parlare con la amica del cuore, ridere del "siamo nella migliore delle peggiori situazioni", fare la sua vita mia e viceversa. Usare il plurale.

Bersi un tè, guardandosi in giro, che questa casa è ancora in divenire ed è sempre più accogliente.

Pensare che domani sarò al caldo spagnolo, e per un po' di giorni mi farò coccolare dalla bestie.
La bestie che è la mia safety net.
E di questo parlerò in un dei prossimi 365-14 post.

A gennaio speravo che una macchina mi investisse e mi mandasse in coma.
Desideravo che qualcuno prendesse in mano la mia vita e la mettesse apposto per me. Non volevo compiere alcuno sforzo.
Poi la mente ti stupisce sempre, racimola risorse dagli angoli più remoti del tuo corpo, e senza che tu neanche te ne accorga, ti porta avanti. Compie i propri passi. Guarda al futuro.

Gennaio è stato baratro.
Febbraio è stato rannicchiarsi ai piedi dell'ostacolo.
Marzo è stata salita.
Aprile è stata velocità di crociera.
Maggio sarà adrenalina.



Spring nella mia camera & Findus

Update delle 23:52- sta sera ho deciso di guardare Before Sunrise. Dopo di che non ho potuto resistere, mi sono vista anche Before Sunset.
"Rarely this shaken after watching a movie".
Fantastici.

Follow on Bloglovin

0 commenti:

Posta un commento