24 apr 2013

Giorno 10- gli 8 errori dei topi

Dr. E è la mia guida spirituale da qualche tempo.
L'ho trovata così, per caso, e all'inizio neanche volevo chiederle aiuto per tutta una serie di fisime.
Quando però mi sono decisa di darle una chance, fin da subito ho capito che era una ganza.
Una tosta.
Una che ci capiva.

Oggi sono andata a farmi una chiacchierata e le ho raccontato dell'episodio delirantemente comico di un paio di settimane fa.
Un messaggio inaspettato, una cena friendly senza alcun flirtaggio, un treno preso prima del previsto, una conversazione su whatsapp all'inizio innocua ma tempo due righe tramutatosi in very dangerous, cose fatte male e fatte in fretta, sensi di colpa buio e tentoni.

Le raccontavo e mi guardava divertita.
Poi mi dice "what the hell are you doing?!".
Le rispondo che non lo so che hell sto facendo, che neanche mi garbava questo, ma ho ceduto alla situazione perché ero lusingata che lui ci provasse.
Che tendo a farmi piacere la gente solo perché io piaccio a loro e non perché loro mi piacciano per davvero.
La sindrome del "farai l'amore per amore o per avercelo garantito" alla De Andrè, profetizzata da A. nella mia stanzetta qualche anno fa.

Le dico che poi non cerco niente di fisico, ma cerco sempre quella romance. Quella favola del "lui è rimasto talmente colpito da me che non ha potuto fare a meno di richiamarmi (anche se fidanzato)".
Che spero sempre di essere quella che è seduta in un bar e viene puntata dall'altro lato della sala da uno che ho colpito così tanto che mi vuole conoscere.

Lei mi guarda di nuovo e mi dice: "E' stato provato che i topi ripetono lo stesso errore 8 volte in media prima di fare una cosa giusta. Tu puoi fare meglio di un topo. Questa era l'errore cazzata numero 1. Hai al massimo altri 7 shot. Non uno di più. Altrimenti vince il topo".

Non sia mai che faccia vincere il topo!

Del resto, Dr. E dice che sono precious. E io le voglio credere.

0 commenti:

Posta un commento